Oroscopo Elettorale: Cicalopecora

13 febbraio 2013

Care cicalopecore, l’allineamento dei pianeti e di alcune costellazioni non vi regala un mese sereno. In particolare Saturno all’ombra di Urano si accanisce su di voi con un fastidioso prurito. Ma ho una notizia ancora peggiore: il senso di soffocamento, angoscia e indecisione che provate non è assolutamente dipendente dalle stelle.

Come succede più o meno tutti i mesi il vostro dedicarvi alle cose inutili si fonde con la paura delle conseguenze del vostro comportamento.

Ma come dobbiamo fare con voi, cicalopecore?

C’era la crisi e Tremonti si era dimesso, poi si era dimesso Berlusconi, vi hanno dato un anno e mezzo di governo tecnico per pensare cosa fare e voi? Proprio come quando eravate elle medie: due giorni prima dell’inizio della scuola vi decidevate a chiedere all’amico Formicoceronte quali compiti ci fossero da fare per l’estate. Ma era troppo tardi.

In quest’anno e mezzo potevate organizzare un nuovo partito, un movimento, una campagna, un coro lirico di musica ordossa, comprare delle schede elettorali truccate su ebay, diventare anarchici, far marcire delle uova, leggere tutto Gramsci e una sintesi illustrata del Capitale; potevate aprire un gruppo facebook dinamitardo, andare nel bosco a cercare tracce degli Anonymuos, emigrare in Islanda o almeno in Brasile.

E invece no, avete preferito e ritenuto più importante volta per volta dedicarvi all’amore, al lavoro, all’aperitivo, ai vestiti, agli occhiali, ai film, ai libri, alle mostre, al festival di Internazionale, ai concerti, al teatro, ai coltelli Miracle Blade, alle feste trash, al riposo, a Ballarò, all’Erasmus, alla buona e sacrosanta cucina mediterranea.

E adesso mancano due giorni all’inizio della scuola e vi state disperando in giro a chiedere agli altri “ma tu per chi voti?”.

Cicalopecore, la scuola niente v’ha insegnato. E ora questo fastidio quasi corporale che sentite non è altro che quel bruciore che si prova dopo che avete comprato una telecamera rubata all’autogrill e poi a casa si scopre che è di legno. Ma voi già lo sapevate all’autogrill che vi stavano fregando. Perché l’avete comprata?

Per venirvi incontro, perché è il nostro mestiere di astrologi, vi regaleremo un aneddoto.

Una volta un docente che stimo poco disse a un convegno sulla democrazia partecipativa che in fondo qualcuno le decisioni le deve prendere. E nessuno potrà mai sapere nell’intimità quali motivi muovono il decisore, che sia il calcolo o la coscienza.

L’affermazione mi fece rabbrividire. Ma ora, ripensando alla vostra condizione di cicalopecore che devono votare, la rivaluto: nessuno potrà dirvi se sia più giusto esercitare il vostro voto “in coscienza”, accettando quella specie di sacralità che la democrazia attribuisce alle elezioni, oppure “per calcolo”, attribuendo alle elezioni un valore puramente strumentale.

Rimanendo fermo il fatto che tanto non servirà a un gran che, dato che i formicoceronti hanno iniziato a fare i compiti molto prima di voi, fate almeno in modo che per una volta quest’esperienza vi sia da lezione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: