Maradò

16 marzo 2011

Credo che la nostra idea di buon governo sia fuorviante.

Per me un buon governo non è un soggetto composto di massimi esperti politici e tecnici che trovi soluzioni ai problemi e vie per lo sviluppo di un paese. Certo nessuno si aspetta che la Gelmini sappia qualcosa sull’istruzione o la pedagogia o la cultura e questo è orribile. Pero’ non è detto neanche che un professore sia un buon ministro.

Secondo me un buon governo è un soggetto che riesce a mettere in moto dei processi grazie ai quali chi ha una buona idea possa diffonderla, chi sa fare una cosa sia chiamato a gestire e sviluppare quella precisa cosa. Un buon governo dovrebbe mettere in relazione e in comunicazione sfere della società che fanno fatica a relazionarsi da sole, magari per mancanza di strumenti o fondi o energie.

Mi immagino un buon governo, in pratica, come catalizzatore di processi democratici. Un buon governo per me fa partecipare tutti, perchè le soluzioni ai problemi e le idee per il futuro vengono fuori dagli scambi, dalle obiezioni, dai dubbi. Per quanto io sia testardo e superbo mi capita spesso di entrare in una assemblea con un’opinione e uscirne con un altra.

Questo pero’ implica anche che se io mai dovessi impegnarmi in un partito, dovrei praticare contemporaneamente una serrata battaglia culturale per far smettere alle persone di aspettare messia dall’alto. Questo è un atteggiamento che concedo solo ai tifosi del Napoli.

Chi mi aiuta?

Annunci

6 Risposte to “Maradò”

  1. Francesca said

    Il problema è che chiunque pensa che la sua sia una buona idea… chi sceglie cosa è buono e cosa no?

    • cicciobombo cannoniere said

      Ma secondo te è così importante che si sappia quale idea è migliore? Così rimaniamo nella stessa logica. Secondo me una “pratica” buona si vede perchè funziona, perchè raccoglie adesioni senza che vi siano ricatti alla base, perchè entra nel repertorio culturale. Tu mi puoi dire: il leghismo è una buona pratica allora. Io ti dico di no perchè in realtà è una risposta populista e propagandistica da parte di un partito organizzato. Invece una buona pratica “dal basso” funziona solo se è valida.

      • Francesca said

        E’ nata la lega dopo che è nata l’idea razzista in realtà… non è così semplice come tu la metti… un’idea che parte da basso spesso è populista… non funziona proprio così.

  2. sanalamucca said

    eh…sempre lì torniamo 😀

  3. Infatti non è per niente semplice come io la metto! Lo faccio per far appicciare lampadine! Orsù, illuminatemi invece che smontare sempre

  4. sanalamucca said

    La Lega Nord (allora Lega Lombarda) non mi pare sia nata in risposta ad una richiesta demagogica (ai tempi avevo 16/17 anni e mi pare ieri :D) bensì ad un naturale movimento di popolo che aveva domande ben radicate nel proprio territorio a cui dare una risposta. Quindi, secondo il loro punto di vista, è proprio una pratica buona. Anzi, ottima. Altrimenti non raggiungerebbe le percentuali di consenso che ha.

    Detto questo: il discorso sul buon governo come catalizzatore di buoni propositi, buoni atti e corrette assegnazioni è sostanzialmente giusto sebbene paradossalmente utopico. Ti faccio un esempio: se fossi io il buon governatore del paese metterei un bollo auto non sui Kw ma sui metrocubi occupati. Credi che i possessori di Suv o Hummer sarebbero contenti? Quelli che possiedono un Ferrari testarossa andrebbero a nozze, invece, mentre i cassamortari mi accuserebbero di favorire i proprietari di mini cooper o 500.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: