Sarà libeccio?

18 gennaio 2011

Una rivolta dei poveri che ha qualche tipo di successo ispira sempre molte riflessioni e, a parte l’enorme tristezza per i morti, qualche speranza. Qualcuno ora dirà che il vento Tunisino sta lambendo le nostre coste, ci scommetto.

E va bene. Lo ascolteremo. Anche la nostra è una dittatura, anche se di tipo diverso. Oltre al dittatore ladro c’è una maggioranza politica che lo supporta, una stragrande maggioranza (forse totalità) partitica che supporta il nostro sistema politico, compresa l’opposizione. Il capo dello Stato salvaguarda lo Stato e quindi i cittadini in quanto tali, non il popolo nè le persone. In generale la nostra economia è tenuta in piedi o egemonizzata da grandi imprenditori che approssimativamente sono i politici stessi oppure che hanno dei diretti interlocutori politici. Altra parte dell’economia è gestita dalle mafie, direttamente e indirettamente. Le stesse mafie dettano anche buona parte del programma politico del paese. Quasi la totalità degli organi di stampa è detenuto dagli stessi politici e dagli stessi imprenditori di cui sopra. In Italia non c’è come in Tunisia il ministero dell’informazione perchè non serve. C’è una specie di dittatura della democrazia rappresentativa degenere.  Si legge che ci sono forze armate dell’ex presidente che combattono contro l’esercito regolare.  Mi sa che da noi sono e sarebbero la stessa cosa.

Ci sono innumerevoli differenze e quando ci appresteremo a fare paragoni spero che le potremo sviscerare con cognizione. Non so come andrà da noi ma il mio timore è che ci sia una concatenazione tale di ogni ingranaggio del sistema che se non si spacca tutto contemporaneamente ci siano solo infiniti modi in cui la rivolta rivolti tutto rigirandocelo identico addosso.

Lo so che il mio intervento non è molto costruttivo, ma vuole essere uno stimolo a costruire facendosi le giuste domande.

Costruiamo!

 

Annunci

Una Risposta to “Sarà libeccio?”

  1. E soprattutto parli di Tunisia chi ne sa qualcosa, io il massimo che posso sapere l’ho letto dai giornali questa settimana.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: