Si può cambiare il mondo

15 dicembre 2010

Sottoterra. Le zingare col bambino in braccio porgono un aiuto non richiesto alle persone che devono fare il biglietto della metro. “Vieni vieni”, dicono. Le zingare. Ho ancora negli occhi la scena di ieri mattina: zingare con bambino che cercano di rubare il portamonete a una signora anziana. “Vieni” mi dicono le zingare. E io non sono scemo, non estraggo il portamonete. Estraggo i centesimi dalla tasca. “Mi aiutate voi? Quanto costa?”. Mi sorridono dolcemente. “Vieni, un euro”.

“Ah ho solo novanta centesimi…no, non c’arrivo”. “Li vado a cambiare”…lontano da voi, penso, che poi mi rubereste il portamonete.

Le zingare mi spalancano un sorriso enorme, con denti occhi e bocca. “Te li diamo noi i dieci”. “Ma non c’è bisogno grazie”. “Sì tieni”. “Grazie, grazie mille”, sussurro. “La gente aiuta tante volte noi è giusto che ora noi aiutiamo te”. Prendo il biglietto e non mi volto.

Basta crederci, penso. Basta crederci.

Sottoterra. Sopra oggi sono solo macerie.

Sì può cambiare il modo. Basta crederci.

Annunci

Una Risposta to “Si può cambiare il mondo”

  1. Francesca said

    Mi è successa una cosa simile con un parcheggiatore abusivo, ma io ho rifiutato e lui si è offeso, pensavo che mi avrebbe rigato la macchina ed è successo. 😦

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: