Alt – Flussi di Coscienza

5 agosto 2010

Se mi date quattro minuti del vostro tempo io vi propongo un video musicale che il vostro cervello puo’ liberamente produrre. Seguite le istruzioni, sono poche e semplici e scritte in corsivo:
– Fate partire questa canzone e stoppatela e fatela ripartire quando ve lo dico io
– Per gli utenti Very Hard Please sarebbe meglio ascoltare prima la canzone una volta e poi procedere

Fai partire il video adesso e leggi

Come un uomo tutto d’un pezzo che distingue ogni singolo muscolo e lo controlla risoluto scendo dall’autobus. Avampiede destro, tallone, sinistro; forza elastica che si snoda nel ginocchio, aggiustamenti muscolari e articolari fino alla testa e al collo.
Gli occhi no, quelli sempre spalancati e ciechi vedono solo la scena proiettata sui palazzi dalla luce ramata. Il sole fa da lampada, il suono che fluisce dalle cuffie da pellicola.

Se non ci sei ancora arrivato aspetta il minuto 00.30 prima di proseguire

CANZONE
CANZONE CHE SCORRE DALLE ORECCHIE AL PETTO
CHI VA LA’?
HEY CHI VA LA’?
ALT
ALT
COS’E?
TI HO DETTO DI FERMARTI
PERCHE’ LA GENTE NON PENSA? E IO PENSO COSE SENSATE?
TUTTUPA TUTTUPA
PERO’ CI CREDO
MA CHE TEMPO STRANO
CI CREDO
CHI VA LA’
CHISSA’ CHE FACCIA HO
CHISSA’ SE SI VEDE IN MEZZO ALLE MIE CIGLIA CORRUGATE CHE STO ASSIMILANDO ENERGIE
FAMMI VEDERE I DOCUMENTI
E SE FERMASSERO ME? LO SO CHE A ME NON DIREBBERO NIENTE. NON HO LA FACCIA DA SCHIAFFI
PREGIUDIZI
MA PERCHE’?
MI PRENDI PER IL CULO? MI PRENDI PER IL CULO? QUELLA VOLTA CHE STAVO PER PIANGERE DAVANTI A QUEL VIGILE URBANO ARROGANTE E OTTUSO MI CONTINUAVA A RIPETERE: MI PRENDI PER IL CULO? INFISCHIANDOSENE DELLA MIA SINCERITA’
PENSO E CANTO
CANTO
TI HO DETTO DI FERMARTI
BRUTTA ZECCA COMUNISTA
COSA PORTI IN BORSA?

Mi precede in via Serlio un omino grassoccio dal passo incerto, all’aspetto strano ma gioviale. O forse simpatico ma completamente pazzo, non capisco

DOCUMENTI
ALT
MI DISTRAE

Ha in mano uno zainetto mentre nelle spalle ha incrociato le maniglie di una borsa da sport, di quelle rettangolari che si portano a mano. È appesa in modo ridicolo sulla schiena. Ondeggia assieme a lui.
La tartaruga dal carapace rettangolare si gira. Mi guarda. Si rigira. Mi riguarda.

CHI VA LA’?
ALT
ORDINE E SICUREZZA/DALLA PARTE DEL CITTADINO
DISSENTIRE CREA SFIDUCIA
ORDINE E SICUREZZA: DALLA PARTE DEL CITTADINO.

minuto 1.41

C’ERA UNA VOLTA
IL PAESE DEI FURBI,
ERANO RICCHI ALCUNI
MOLTI ERANO COSÌ POVERI.
COMUNQUE ERANO TUTTI DEI MASCALZONI
ORECCHIE DA MERCANTI DAI PENSIERI IMPURI,
TUTTAVIA SEMPRE IN CHIESA
SE LI PRENDI TUTTI INSIEME
NON NE SALVI NEANCHE UNO!

Non mi fido. Mi aggredirà? Pare di sì.

SI RIGIRA. MI FERMA?

Si rigira, mi ferma. Tolgo le cuffie.

Minuto 2.07 – ferma la canzone

Ciao. Saluta. Ricambio perplesso. Ci siamo già visti? dice. No, non mi pare.
Non ci conosciamo? Di dove sei?
Abito in un paese qui vicino.
Sì ma da dove vieni?
Dalla provincia di Napoli, Castellammare di Stabia.
Ah. Scusa mi pareva ci fossimo già visti, io sono in Polizia.

Mi si raggela il sangue. A volte si direbbe che le nostre sensazioni travalichino i limiti della fisica conosciuta e si diffondano nell’etere. IO LO ATTRAEVO.

No – dico – non mi ha mai arrestato – fisso lo sguardo – non ancora – dico, con gli occhi cattivi di marmo che sormontano un sorriso dolce e compiacente.
Lui non capisce, di ce solo: No, no… ah ah.. e perchè? Vabbè, ciao allora.
Ciao

Rimetto le cuffie. Fai ripartire la canzone, fino alla fine

A ME STAVA SIMPATICO
QUEL POLIZIOTTO STRANO
MA COSA E’ SUCCESSO? MA CHE AVVENIMENTO STRANO…NON HA SENSO..
L’HO SOGNATO?
SEGUONO QUEI MOMENTI
PERCHE’ NON GLI HO PORTO LE CUFFIE E FATTO SENTIRE QUESTA CANZONE?
PERCHE’?
HO PERSO UN’ALTRA OCCASIONE DI SPIEGARE A UN POLIZIOTTO CHE RAGIONARE NELLA VITA DOVREBBE VENIRE PRIMA DI UBBIDIRE
CHE RABBIA, SANTIDDIO, SIAMO UOMINI, SIAMO UOMINI

Annunci

2 Risposte to “Alt – Flussi di Coscienza”

  1. alessandro said

    ci ho provato ma appena l’omino comincia a cantare mi è venuto il nervoso…

  2. E io ti ringrazio infinitamente per averci provato. È una cosa che innervosisce anche me, a tal punto che mi emoziona, e che riesco a condensare il nervosismo nel ridare slancio ai miei pensieri pretenziosamente immaginifici

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: