Diffidare l’Eukaryota

13 luglio 2010

C’era una barzelletta. Ma non me la ricordo.

Facciamo che c’era una barzelletta e ora me la reinvento.

Una sera Marchetto (nelle barzellette si usa sempre il diminutivo o il vezzeggiativo), anche se non era rumeno era ubriaco e non si fermò al semaforo rosso: stava per investire una persona sulle strisce pedonali mentre viaggiava a tutto gas in centro urbano a bordo della sua Audi TT. Ma siccome la Audi TT era nuova e ben funzionante, nonostante il netto ritardo dei riflessi, con una possente frenata riuscì a non investire la persona.
L’uomo sulle strisce pedonali si avvicinò al finestrino e disse: “Marchetto”
“Come fai a sapere il mio nome?”
“Zitto, io sono un angelo del Signore. Tu non mi hai investito e ti meriti una ricompensa”
“Io?”
“Sì lo so che sei ubriaco e ti meriteresti la galera, ma se tu non fossi così ricco non avresti una barca e io non potrei raccontare questa storia in cui c’è una barca”
“Quale storia?”
“Zitto ho detto, tu non puoi capire”
E così fu: egli non capì, perchè così era scritto, e anche perchè aveva bevuto 13 tequila bum bum.
“Marchetto, tra 3 giorni avrai un incidente in barca. Saresti morto, ma siccome non mi hai investito e il Signore non poteva privarsi del suo angelo del Signore, che tra l’altro sarei io, e tra l’altro sono l’angelo addetto al caffè shekerato e il Signore di certo non puo’ privarsene, Egli sarà molto buono con te, e ti salverà. Abbi fede.”

Dopo tre giorni a Marchetto era quasi passata la sbornia, era in alto mare e nelle pale del motore della sua barca si incastrò un polipo. Marchetto tentò di staccarlo ma era impossibile perchè le pale del motore erano colorate di rosso e di giallo e il polipo doveva indicare che la Spagna avrebbe vinto la prossima partita. La barca cominciò ad affondare, anche se non era bucata.

Passò un motoscafo: “Serve aiuto?”
“No grazie”, rispose Marchetto. Ricordava le parole dell’angelo.
Passò un secondo motoscafo: “Venga a bordo, la salviamo noi!”
“No grazie”. L’acqua era alla vita ma la fede di Marchetto era grande.
Passò un terzo motoscafo quando l’acqua gli era alla gola: “Nuoti, si aggrappi, ce la puo’ fare”.
“No grazie, non c’è problema, il Signore mi salverà”.

Marchetto entrò completamente lucido, per la prima volta in vita sua, in paradiso (in paradiso solo perchè aveva avuto fede). Quando Dio ebbe finito il caffè shekerato lo ricevette. Marchetto era un po’ in collera: “Oh Dio, perchè mi hai detto che mi avresti salvato e non l’hai fatto?”
E Dio nella sua infinità bontà e commozione disse: “Ma come Marchetto, ti ho mandato ben 3 motoscafi!”

Ecco. Che insegnamento si puo’ trarre da questa barzelletta, a parte che i polipi hanno rotto il cazzo di fare cose che non c’entrano niente con i polipi?

Non so, io oggi penso: credo di essere bravo a cogliere le occasioni che mi si propongono, i doni di Dio, le sorprese inaspettate, gli eventi quasi insignificanti che però mi aiutano a crescere e a superare le difficoltà. Non lo dico per superbia, veramente consiglio a tutti di tenere gli occhi ben aperti sui motoscafi e le persone che ci possono dare una mano. Io mi ritengo molto fortunato, me ne sono stati inviati davvero tanti. Sono anche fortunato perchè sono un nullafacente e ho il tempo di accorgermene, ovviamente questo lo tengo in conto.

Appendice sul male:

No, dai domani. Vi interessa il Male?

Annunci

3 Risposte to “Diffidare l’Eukaryota”

  1. Faty said

    Senti, ma lo sai che i motoscafi portano clandestini e che la clandestinità finalmente è reato e che quindi i motoscafi non possono essere mandati da Dio? Dio non manda i clandestini, li fa morire di fame.

    “State attenti e vegliate”… ma chi ti ha detto che i segni te li manda Dio? E se fosse una tua costruzione mentale, se fosse “solo” la tua coscienza? Quanti segni ti colpiscono e quanti invece rimangono inosservati? Con quale discrezione scegli? Tutto può essere un segno, come no. Come fai a discernere? E se quelli che tu chiami segni fossero solo delle coincidenze sulle quali Tu ti basi per dare conferme alle tue deleterie teorie?

    Il male è banale, e anche trash quindi mi interessa un sacco. 😐

  2. Marchetto said

    come barzelletta è scarsina comunque si fottano i motoscafi, nuoto benissimo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: