Mi mancavano le parole

9 luglio 2010

“C’è un amore che mi lacera la carne” e grida dentro di me che vuole essere gridato. Non si vede che un tremore muto, fuori.

Per favore, “Don’t speak to me now”. È Estate, con i miei sogni e i miei pianti silenziosi e “I’m tryin’ to fix in my mind what we’ll be building”…un giorno.

“Non c’è. Ci sarà”.

E ringrazio Dio per quanto sono pieno di tutto questo stridore che mi spezza.

“C’è un amore che non muore mai, più lontano degli dei, a sapertelo spiegare che filosofo sarei…”.

E le ho prese in prestito, gratuito.

Thank to: Baustelle, Super Elastic Bubble Plastico, La ruota spezzata (blog)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: